Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

cosimo de matteis

cosimo de matteis

un semplice blog, eterogeneo come è normale che sia. Con una principale attenzione: dire la verità.


Attento Brindisi: stavolta non c'è Mennitti a salvarti

Pubblicato da cosimo de matteis su 27 Giugno 2012, 11:32am

Tags: #CALCIO

download 1 gen 01 023Occorre intervenire per tempo prima che sia troppo tardi e si vanifichi quanto di buono è stato fatto esattamente un anno fà quando dopo il misero fallimento della precedente Società (e, di fatto, eravamo destinati alla terza categoria e quindi a scomparire dal calcio) grazie al tenace ed efficace lavoro di Domenico Mennitti e di Mauro D'Attis siamo riusciti ad ottenere una insperata (e, forse, immeritata) ammisione in Serie D e la costituzione di una Società nuova che, non dimentichiamo, si gloria del nome di "CITTA' DI BRINDISI". Ebbene, le cose ultimamente hanno preso una brutta piega e negli ultimi giorni abbiam avuto la conferma di tante cose. Un inutile Comunicato Stampa -dal sapore di captatio benevolentiae- che, fra le altre cose, mischia pericolosamente l'Ente Comune con una Società privata ( si parla del  lancio di una campagna di marketing, oltre al varo di una campagna abbonamenti che dovrà rappresentare l’elemento fondamentale per la rinascita del calcio a Brindisi. Io sapevo che la Campagna Abbonamenti è un fatto esclusivo della Società di calcio) e fabula di un  non meglio precisato “percorso che dovrà portare il calcio brindisino all’ottenimento di risultati prestigiosi, parametrati ad una città capoluogo quale è Brindisi.

A parte la fumosità del tutto stupisce l'ennesimo cambio di opinione: qualche giorno fa il primo cittadino disse che per Brindisi la Serie D era un lusso mente ora apprendiamo toni diversi e si parla di rinascita del calcio a Brindisi (forse dimenticando che la rinascita è già avvenuta e precisamente nella scorsa estate con il contributo più che determinante della precedente Amministrazione).

In tale balletto di dichiarazioni di circostanza, di cui peraltro non ci preoccupa solo il tono retorico ed il politichese stile vecchia diccì:  sono ben altre le perplessità (le abbiam appena esposte) e riguarda la ventilata uscita di scena dell'ingegnere De Finis. Noi speriamo che non sia così anche perchè la competenza e la passione del Vice Presidente sono ben note. Infastidisce, infine, il diktat -non si comprende bene imposto da chi: si avesse almeno il coraggio di esporsi- riguardo i nomi del settore tecnico e, nello specifico, dell'allenatore. Per quel che mi riguarda i nomi che ho sentito in giro non mi entusiasmano particolarmente e vedo come un errore riproporre alla guida tecnica della squadra l'ex calciatore leccese Francioso. E non solo  perchè le minestre riscaldate non vanno bene (anzi: a volte possono anche essere una ottima soluzione): manca la esperienza che pure è necessaria in un campionato come la Serie D e non mi risulta ne abbia tanta (una stagione nel Francavilla di cui i tifosi brindisini ricorderanno certamente certi accadimenti nel corso della partita Francavilla-Brindisi. E spezzoni di campionato in tornei soprattutto regionali).

Credo che sia necessario percorrere altre strade anche -ma non solo- per non ripetere l'errore del muro contro muro contro la tifoseria (o una parte di essa) che va comunque rispettata ed in tal senso, pur di evitare quanto è avvenuto quest'anno, sarebbe opportuno che la scelta della conduzione tecnica cadesse su altre persone. Incomprensibile, inoltre, appare la mancata riconferma di un tecnico serio, competente e preparato ( e che ha ben operato pur in condizioni difficilissime) come Enzo Maiuri che, al contrario di altri, ha legato bene con l'ambiente brindisino che ha riconosciuto la bontà del suo lavoro. L'auspicio è  che in queste ore la Società di Via Brin possa ponderare meglio certe scelte che sono fondamentali: ricordiamo che siamo oramai a Luglio e la squadra è tutta da costruire mentre dalla Campania giungono voci di Società attivissime sul "mercato" e, giustamente, le squadre prendono quanto di meglio. Ed il Brindisi perde tempo in dispettucci e ripicche. C'è però una nota positiva: si apprende in queste ore di un interessamento, per la panchina, di Tonino La Palma : e noi vedremmo bene come allenatore l'ex terzino del forte Napoli (oltre che del Brindisi e di altre squadre) che ha guidato, come tecnico, molte squadre di C e di D. Vedremo.


cosimo de matteis

(Direttore del Sito "Forza Brindisi")

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

Archivi blog

Social networks

Post recenti