Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

cosimo de matteis

cosimo de matteis

un semplice blog, eterogeneo come è normale che sia. Con una principale attenzione: dire la verità.


Boffo, direttore di Tv2000, torna sulla questione dell'audience (ed il Rosario da Lourdes fa piu ascolti di "Amici")

Pubblicato da cosimo de matteis su 17 Gennaio 2014, 22:31pm

Tags: #TV 2000

dino-boffo---IN-STUDIO.jpgPer chi segue abitualmente Tv2000 Dino Boffo è una persona oramai "di casa", un familiare quasi: lo testimoniano le moltissime telefonate che giungono in diretta. In effetti Tv2000 è televisione in notevole crescita e tanti sono gli ascoltatori che "conquista" costantemente.

Naturalmente per tanti altri è un "perfetto sconosciuto" oppure ne rammentano l'indegno trattamento riservatogli, qualche anni fa, da Feltri ed altri suoi colleghi (acqua passata, Boffo non ci pensa più e, da cristiano, ha già perdonato). Ebbene, riporto alcune sue considerazioni: le considero interessanti ed intendo diffonderle.

Sono dei ragionamenti non nuovi per chi segue Boffo ma, probabilmente, molti lettori le leggeranno per la prima volta. Eccole:

 

Molte persone hanno un certo interesse verso lo strumento televisivo in sé. Un'attenzione critica verso questo linguaggio, che poteva già da prima esserci o potrebbe essere spuntata come curiosità collegata alla proposta di Tv2000. Sia come sia, mi pare abbia un senso proporvi oggi un paio di spunti, connessi a questa esperienza diventata nel frattempo «comune».

Primo spunto. Il Rosario di TV2000 fa più ascolti dell'invenzione di Maria De Filippi. Non è una battuta, ma il responso dei dati Auditel di questa settimana, in cui per la prima volta la trasmissione "Amici" − mandata in onda in orario diurno (il cosiddetto day time) − non era ospitata da una rete Mediaset ma da Real Time, canale digitale della multinazionale americana Discovery.

Per gli addetti ai lavori, si trattava dell'esperimento forse più intrigante di questa stagione televisiva, dato che il programma della De Filippi è uno dei più longevi e dei più visti della tv italiana.

Ebbene, i risultati dei primi quattro giorni di programmazione non sono stati neanche lontanamente paragonabili con quelli che "Amici" raggiungeva in un altro orario su Canale 5. Teniamo a precisare peraltro che in questa sede non ci interessa esprimere giudizi sul programma, e neppure ingarellarci in un'improbabile competizione fra trasmissioni – "Amici" e il Rosario da Lourdes – evidentemente inconfrontabili.

Tra l'altro, non sappiano neanche quale sarà il destino del programma cult della De Filippi. Il dato relativo agli ascolti, con il Rosario da Lourdes più gettonato di "Amici", può incuriosire perché dimostra in modo inequivocabile quanto incida il vettore su cui viaggiano le singole produzioni e soprattutto con quali parametri debbano essere valutati gli ascolti dei canali nativi digitali rispetto a quelli che provengono dalla tv analogica generalista (ferme restando per noi tutte le riserve da tempo espresse sull'Auditel). Secondo spunto. Il numero assegnato ad un determinato canale, e quindi il suo posizionamento sul telecomando, è una questione assai più seria di quella che a suo tempo si era lasciato intendere da chi evidentemente aveva buoni motivi per dissimularne l'incidenza.

Se ne parlò tantissimo infatti al momento della partenza del digitale, poi la routine prese il sopravvento, e l'argomento fu silenziato. Ma la questione resta aperta in tutta la sua portata, anche perché l'entrata in campo di nuovi soggetti economicamente forti, come la già ci tata Discovery, ha riacceso l'interesse per la conquista delle posizioni migliori.

I suoi esperti hanno calcolato che un programma di successo ospitato − per dire − al numero 31, raddoppierebbe quasi gli ascolti qualora il canale fosse anticipato in nona posizione. Tv2000 non ha i mezzi per consultare cotanti luminari, e ragiona in forza della sua povera «nasometria». E tuttavia ci eravamo arrivati pure noi: se nella numerazione ciascuno occupasse il posto che nel frattempo si va conquistando con le proprie fatiche, allora sì che la partita diverrebbe sfiziosa.


Dino Boffo

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

Franco 01/27/2014 12:13

" sono d'accordo anch'io egregio Direttore, di quanto dice e sebbene profano dell'audiens televisivo capisco l'importanza della disposizione dei canali. Siamo alle solite caro Sig.Boffo. I
prepotenti hanno la meglio ma noi Cristiani siamo e dobbiamo essere superiori a simili facezie perché alla fine avremo un premio cha altri non avranno". Franco

Archivi blog

Social networks

Post recenti